ANAC aggiorna le Linee Guida n. 6

In data 22 novembre 2017, in attuazione a quanto previsto dal D.Lgs. 50/2016, sono entrate in vigore le Linee Guida n. 6 dell’ANAC, recanti «Indicazione dei mezzi di prova adeguati e delle carenze nell’esecuzione di un precedente contratto di appalto che possano considerarsi significative per la dimostrazione delle circostanze di esclusione di cui all’art. 80, comma 5, lett. c) del Codice».

Nuovi requisiti di qualificazione nelle categorie OG2, OS2-A, OS2-B, OS24 ed OS25

In data 27/10/2017 è stato pubblicato in G.U. (nr. 252, Serie Generale) il Decreto 22/8/2017, nr. 154, del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT), recante il «Regolamento concernente gli appalti pubblici di lavori riguardanti i beni culturali tutelati ai sensi del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42». L’entrata in vigore della nuova disciplina è avvenuta il 11/11/2017, a quindici giorni dalla sua pubblicazione in Gazzetta.

Pubblicato il "Correttivo" al Codice dei Contratti Pubblici

In data 05/05/2017 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 103, Serie Generale, il D.Lgs. 19 Aprile 2017, n. 56, recante disposizioni integrative e correttive al Decreto Legislativo 18 aprile 2016, n. 50.

Il cosiddetto "Correttivo", che entrerà in vigore a seguito della prevista vacatio legis a 15 giorni dalla sua pubblicazione in Gazzetta Ufficiale e quindi il 20/05/2017, apporta significative variazioni al Codice dei Contratti Pubblici.

Aggiornato l’elenco delle categorie superspecialistiche

Il 4 gennaio 2017 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 3, il Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 10 novembre 2016, n. 248, recante l’individuazione delle opere per le quali sono necessari lavori o componenti di notevole contenuto tecnologico o di rilevante complessità tecnica e dei requisiti di specializzazione richiesti per la loro esecuzione, ai sensi dell'articolo 89, comma 11, del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50.

L'indicazione del subappaltatore non è obbligatoria

Il Consiglio di Stato, in Adunanza Plenaria, con la sentenza n. 9/2015, ha affermato il principio di diritto che l’indicazione del nome del subappaltatore non è obbligatoria all’atto dell’offerta, neanche nei casi in cui, ai fini dell’esecuzione delle lavorazioni relative a categorie scorporabili a qualificazione necessaria, risulta indispensabile il loro subappalto a un’impresa provvista delle relative qualificazioni (nella fattispecie che viene comunemente definita come "subappalto necessario")

Eventi formativi e manifestazioni

SOA Nord Alpi è sempre impegnata a fianco delle imprese per essere un punto di riferimento in materia di contratti pubblici. Negli anni ha dimostrato di essere un affidabile partner formativo dell'impresa e dei suoi operatori, i quali necessitano di una sempre più costante e puntuale formazione in un mondo così complesso ed in continua evoluzione come il mondo degli appalti.

In quest'ottica rientra l'organizzazione da parte di SOA Nord Alpi di manifestazioni a carattere formativo, quali ad esempio: